trad

Nonna arrestata dopo che il corpo di un bambino di 3 anni è stato trovato tra i rifiuti

Una donna è stata arrestata in relazione alla morte della nipote di 3 anni in Oklahoma.

Becky Ann Vreeland, 60 anni, è stata presa in custodia per omicidio dopo che il corpo di Riley Lynn Nolan è stato trovato in un bidone della spazzatura, secondo una stazione locale, la KFOR. ChildHelp riferisce che "gli Stati Uniti hanno uno dei peggiori record tra le nazioni industrializzate: perdono in media 5 bambini ogni giorno a causa di abusi e abbandono di minori.

La stazione riferisce che martedì sera, intorno alle 7:30, gli agenti sono stati chiamati in una residenza a Oklahoma City per la denuncia di un bambino morto, di circa 2 e 3 anni. Una volta sul posto, gli agenti hanno scoperto il corpo di Nolan, con evidenti segni di trauma, secondo un comunicato della polizia.

Dopo la scoperta da parte degli ufficiali, Vreeland è stato interrogato. Dopo il suo colloquio con la polizia, Vreeland è stata arrestata e imprigionata per denunce di abusi sui minori e omicidio di primo grado.

Nolan era stato sotto la custodia di Vreeland negli ultimi tempi, secondo la polizia.

Grandmother arrested in granddaughter's death
Una donna è stata arrestata per la morte della nipote dopo che il corpo è stato trovato in un bidone della spazzatura a Oklahoma City. La foto mostra un'auto della polizia a Santa Fe, New Mexico, il 27 luglio 2017.
Robert Alexander / Getty Images

La polizia non ha rilasciato ulteriori dettagli sul caso. Ma in risposta a Newsweek, il dipartimento di polizia di Oklahoma City ha affermato che "l'indagine è ancora in corso e attiva" e che sono "in attesa di interrogare i familiari".

Gli ufficiali hanno anche sottolineato che, data la natura "molto traumatica" del caso, "gli investigatori stanno permettendo loro di soffrire prima di intervistarli".

LEGGERE :   Istruttori preoccupati per l'insegnamento di argomenti controversi in classe in mezzo alle restrizioni statali

Al momento non è chiaro quanto tempo Vreeland dovrebbe affrontare in prigione se dovesse essere condannata.

Casi simili

Arizona

Tuttavia, in un caso in qualche modo simile in Arizona, i pubblici ministeri chiedono la pena di morte per una nonna e suo marito, Stephanie Davis e Thomas Desharnais. La coppia deve affrontare una serie di accuse, tra cui omicidio di primo grado e abusi sui minori per la morte del nipote di 11 anni di Davis, secondo AZ Central.

L'outlet riporta che a gennaio gli agenti sono stati chiamati in una stanza d'albergo per la denuncia di una persona che non rispondeva. Una volta sul posto, l'undicenne è stato trovato privo di sensi e non respirava nella vasca da bagno. Il bambino è stato portato d'urgenza in ospedale dove è stato poi dichiarato morto.

Sul corpo del bambino, il personale medico di emergenza trovato sembrava essere tagli e lividi sul corpo del bambino. Segni simili sono stati scoperti anche sul corpo del fratellastro del bambino deceduto, secondo l'uscita. Entrambi i bambini erano sotto la cura e la supervisione di Davis e Desharnais.

Gli investigatori in seguito hanno rivelato che entrambi i bambini erano morti di fame e sono stati gravemente maltrattati con strumenti di metallo.

A seguito dell'incriminazione dei due, il procuratore della contea ha affermato in un comunicato che "è nostra responsabilità proteggere e prendersi cura dei più vulnerabili della società, e questo include i bambini", secondo AZ Central.

Russia

In un'altra tragica storia, un uomo che avrebbe picchiato a morte il figliastro di 5 anni e seppellito il suo corpo in una fossa poco profonda è stato arrestato dalla polizia.

Sergei Bugorkov, 28 anni, ha persino convinto la madre del ragazzo a inscenare una finta scomparsa per coprire la morte di suo figlio, Vova Pashschenko, secondo la polizia.

LEGGERE :   Video di America's Got Talent: Jack Williams fa un ventriloquio brillante!

Maryland

E la zia e tutore legale di una bambina è stata arrestata con l'accusa di aver ucciso il bambino di 3 anni dopo mesi di abusi, afferma la polizia del Maryland.

Un buon samaritano, tuttavia, potrebbe aver salvato la vita di un bambino dopo aver notato che la famiglia si comportava in modo strano. Ha notato che il bambino era separato dalla sua famiglia e privato del cibo mentre mangiavano.

Gli ha mostrato un biglietto scritto a mano e ha chiamato la polizia.

Se ritieni che un bambino possa essere in pericolo, ChildHelp, la hotline nazionale per gli abusi sui minori, può fornire risorse su childhelphotline.org. Se ritieni che qualcuno sia in pericolo imminente, chiama i servizi di emergenza sanitaria.

Cet articolo è traduit automatiquement. N'hésitez pas à nous signaler s'il ya des erreurs.

Continua a leggere...
Pulsante Torna all'inizio della pagina
Fermer