trad

L'esercito russo potrebbe presto rimanere senza armi e truppe: Boris Johnson

Il primo ministro britannico Boris Johnson afferma che la spinta dell'esercito russo nell'Ucraina orientale sta richiedendo un alto tributo alle sue truppe e risorse, il che, secondo lui, potrebbe ostacolare i futuri progressi del Cremlino.

Johnson, citando l'intelligence dei servizi di difesa del suo paese, ha rimarcato lo slancio delle truppe russe e il potenziale per esaurire le loro risorse in un'intervista pubblicata mercoledì dalla Süddeutsche Zeitung, riporta Reuters. Il primo ministro britannico ha offerto una prospettiva più ottimista sulla posizione dell'Ucraina nel conflitto a seguito delle notizie secondo cui la Russia ha guadagnato terreno dopo aver imperniato il suo sforzo bellico.

Dopo aver fallito nel prendere la capitale ucraina di Kiev all'inizio del conflitto, l'esercito russo si è rivolto alla regione del Donbas nell'Ucraina orientale. La regione ospita una numerosa popolazione di lingua russa e due repubbliche separatiste amiche del regime del presidente russo Vladimir Putin.

Le forze russe hanno avuto successo nella loro nuova spinta nel Donbas e hanno preso il controllo di gran parte della città strategicamente importante di Severodonetsk.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha recentemente affermato che la Russia potrebbe presto esaurire le sue risorse militari in Ucraina e spingerebbe per maggiori aiuti militari delle forze ucraine. Johnson è raffigurato all'aeroporto di Londra Stansted a Londra, in Inghilterra, il 22 giugno 2022.
Dan Kitwood / Getty Images

Tuttavia, Johnson ha suggerito che i recenti guadagni della Russia non reggeranno.

"Il nostro servizio di intelligence della difesa ritiene, tuttavia, che nei prossimi mesi la Russia potrebbe arrivare a un punto in cui non ci sarà più alcuno slancio in avanti perché ha esaurito le sue risorse", ha detto Johnson nell'intervista, secondo Reuters.

LEGGERE :   GRAZIE! L'ISIS è ora presente nelle province "Quasi tutte" dell'Afghanistan

Il ministero della Difesa britannico ha dichiarato in una valutazione del conflitto all'inizio di questo mese che le forze russe "hanno generato e mantenuto lo slancio" sulle truppe ucraine e stavano per prendere il pieno controllo della regione di Luhansk.

Ma la valutazione del ministero ha rilevato che questi guadagni hanno comportato un "costo di risorse significativo" e la Russia per mantenerli richiederebbe "un investimento enorme e continuo di manodopera e attrezzature".

Johnson è stato un accanito sostenitore dell'Ucraina e del suo presidente, Volodymyr Zelensky, e la scorsa settimana ha fatto una visita di alto profilo a Kiev. Ha detto che avrebbe sostenuto il sostegno militare continuo all'Ucraina in un vertice del Gruppo dei Sette (G7) - un incontro di democrazie industriali avanzate - in Germania durante il fine settimana, secondo Reuters.

“Dato che gli ucraini sono in grado di avviare una controffensiva, dovrebbe essere sostenuta. Con le attrezzature che ci richiedono", ha detto Johnson, secondo Reuters.

Il leader britannico ha fatto le osservazioni in un'intervista con Süddeutsche Zeitung, tra gli altri media europei.

Quando è stato chiesto dall'Italia Corriere della Sera quotidiano su come dovrebbe finire il conflitto, Johnson ha affermato che le forze russe dovrebbero essere espulse dalle aree dell'Ucraina che hanno invaso. Perché ciò accada, ha detto che le potenze occidentali devono continuare ad aiutare l'Ucraina.

"Questo non è il momento di mantenere lo status quo, questo è il momento di provare a cambiare le cose", ha detto al giornale.

Tuttavia, Dmitry Polyansky, un diplomatico russo alle Nazioni Unite, ha detto all'agenzia di stampa statale russa TASS che l'entusiasmo dei paesi occidentali per l'Ucraina sta svanendo.

"Possono vedere che le Nazioni Unite si stanno stancando della questione ucraina", ha detto Polyansky. "La loro strategia iniziale era quella di sollevare l'Ucraina con o senza motivo a ogni riunione del Consiglio di sicurezza e dell'Assemblea generale, indipendentemente dall'argomento, comportandosi come se fosse la cosa più terribile che sia mai accaduta".

LEGGERE :   Seth Rollins è stato attaccato da un fan fuori dallo show a WWE Raw lunedì sera

Newsweek ha contattato il governo russo per un commento.

Cet articolo è traduit automatiquement. N'hésitez pas à nous signaler s'il ya des erreurs.

Continua a leggere...
Pulsante Torna all'inizio della pagina
Fermer