trad

I russi mostrano jet da combattimento che sparano su obiettivi ucraini

Le immagini rilasciate dai funzionari militari russi pretendono di mostrare uno dei loro jet da combattimento che spara su obiettivi ucraini.

Al momento non è chiaro dove si trovasse precisamente in Ucraina il jet russo che ha sparato i suoi ordigni, ma le immagini sono state ottenute mercoledì dal Ministero della Difesa russo (MoD), insieme a una breve dichiarazione in cui si afferma che mostrano "equipaggi di caccia Su-35 i jet effettuano attacchi aerei su infrastrutture militari e attrezzature militari delle forze armate ucraine”.

Il Ministero della Difesa russo ha aggiunto: “Le forze armate della Federazione Russa, nel corso di un'operazione militare speciale, continuano a fornire attacchi guidati di precisione contro le infrastrutture militari e l'equipaggiamento militare delle forze armate ucraine. Anche gli equipaggi dei caccia Su-35 sono coinvolti in questi compiti. Gli aerei decollano da aeroporti temporanei".

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato mercoledì che "gli equipaggi dei caccia Su-35 effettuano attacchi aerei sulle infrastrutture militari e sull'equipaggiamento militare delle forze armate ucraine".
Ministero della Difesa della Russia/Zenger

“Prima della partenza, l'equipaggiamento aeronautico viene sottoposto a una formazione completa da parte di specialisti del personale tecnico e ingegneristico: viene verificato il funzionamento di tutti i sistemi dei complessi aeronautici, la sospensione delle armi, il rifornimento di carburante e la preparazione degli aeromobili per le partenze.

“Per distruggere gli aerei delle forze armate ucraine, distruggere stazioni radar, sistemi di difesa aerea, gli equipaggi utilizzano missili guidati ad alta precisione di varie classi aria-aria e aria-superficie.

"Le partenze per il combattimento vengono effettuate di giorno e di notte in qualsiasi condizione atmosferica".

Zenger News non è stato in grado di verificare il filmato o le affermazioni in modo indipendente.

LEGGERE :   L'evento televisivo non-fiction Realscreen ad Austin è stato rinviato, l'ultima hit di intrattenimento confab da Omicron

La Russia ha invaso l'Ucraina il 24 febbraio in quella che il Cremlino chiama "operazione militare speciale". Mercoledì segna il 119° giorno dell'invasione.

Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha riferito che tra il 24 febbraio e il 22 giugno, la Russia aveva perso circa 34,230 membri del personale, 1,496 carri armati, 3,614 veicoli corazzati da combattimento, 752 unità di artiglieria, 239 sistemi di lancio multiplo di razzi, 99 sistemi di difesa aerea, 216 aerei da guerra , 182 elicotteri, 614 droni, 137 missili da crociera, 14 navi da guerra, 2,543 veicoli a motore e autocisterne e 60 unità di equipaggiamento speciale.

L'esercito ucraino ha dichiarato di aver lanciato attacchi aerei sull'isola di Zmiinyi, che è anche conosciuta come l'isola dei serpenti, causando "perdite significative" alle forze russe lì in un'operazione che si dice sia in corso.

Questa settimana la Russia ha condotto un'esercitazione missilistica anti-nave nel Mar Baltico nel mezzo dell'escalation delle tensioni con la Lituania, membro della NATO, dopo che quest'ultimo paese ha bloccato il transito delle merci verso l'exclave russa di Kaliningrad.

La segretaria stampa del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato che la risposta di Mosca alla Lituania che vieta il transito delle merci, sanzionato dall'UE, a Kaliningrad non sarà solo diplomatica ma anche pratica.

Le forze ucraine hanno affermato di aver contrastato con successo nuovi tentativi russi di avanzare nella regione di Kharkiv, nell'Ucraina nord-orientale, ma le forze russe hanno catturato diversi insediamenti vicino a Lysychansk e Severodonetsk, con 568 civili che si ritiene siano ancora al riparo nell'impianto chimico di Azot di Severodonetsk.

Iryna Vereshchuk, vice primo ministro ucraino e ministro per la reintegrazione dei territori temporaneamente occupati, ha esortato i locali nella regione di Kherson a evacuare, per aiutare le forze ucraine a "disoccupare" l'area.

LEGGERE :   La polizia si precipita al matrimonio di Britney Spears mentre l'ex marito Jason Alexander si schianta

L'intelligence britannica ha affermato che la cosiddetta Repubblica popolare di Donetsk (DPR) filo-russa potrebbe aver perso circa il 55% delle sue forze originarie.

Zelensky ha affermato che è iniziata una "settimana storica" ​​mentre Kiev attende una decisione da Bruxelles in merito al suo status di candidato all'UE, con l'UE che dovrebbe approvare la domanda entro la fine della settimana.

Ciò avviene dopo che il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione l'8 giugno, in cui raccomandava all'Unione europea di concedere all'Ucraina lo status di paese candidato all'adesione all'UE. Circa 438 deputati al Parlamento europeo hanno votato a favore della risoluzione, con 65 voti contrari e 94 astenuti.

Zelensky, parlando lunedì con l'Unione Africana, ha anche accusato la Russia di tenere l'Africa "in ostaggio" per la carenza di grano e fertilizzanti.

Questa storia è stata fornita a Newsweek da Zenger News.

Cet articolo è traduit automatiquement. N'hésitez pas à nous signaler s'il ya des erreurs.

Continua a leggere...
Pulsante Torna all'inizio della pagina
Fermer